Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina
Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina
Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina Comune di Santa Marina
Sei in: Uffici comunali > AREA TECNICA > Commissione Rischio Sismico

 

CONTRIBUTO SISMICO - AVVISO CAMBIO INTESTATARIO CONTO CORRENTE

 

AVVISO PUBBLICO PER LA SOSTITUZIONE DI COMPONENTE COMMISSIONE RISCHIO SISMICO CON MENO DI 5 ANNI DI ISCRIZIONE ALL'ALBO PROFESSIONALE (scadenza 05/06/2014)

SISMICA

Adempimenti L.R. 9 del 7 gennaio 1983 – “Norme per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di difesa del territorio dal rischio sismico”

 

Descrizione e Competenze 

Il Comune di Santa Marina risulta, ai sensi della Delibera di Giunta Regionale della Regione Campania n° 5447 del 07.11.2002, inserito nella “CLASSIFICAZIONE SISMICA DEI COMUNI DELLA CAMPANIA” in classe II.

 

A chi rivolgersi

Le funzioni in materia di Autorizzazione e deposito dei progetti per gli interventi edilizi in zona sismica, secondo l’attuazione dell’art. 33 della legge regionale 27 gennaio 2012, n. 1 – art. 4-bis della legge regionale 7 gennaio 1983, n. 9 – e della delibera di Giunta regionale n. 161 del 04.04.2012 – Trasferimento delle attività e delle funzioni in materia di difesa del territorio dal rischio sismico ai comuni, alle unioni dei comuni o ai comuni in forma associata - sono esercitate dal comune di Santa Marina, mediante l’Ufficio Rischio Sismico, sito presso il comune di Santa Marina (SA), in Via Santa Croce snc.

 La ripartizione delle competenze tra i settori del Genio Civile e gli enti destinatari del trasferimento, nella fattispecie comune di Santa Marina, così come risultante dalle norme e dalle deliberazioni citate, per il caso di “Opere private con altezza strutturale fuori terra inferiore o uguale a 10,50 m”, ed il caso complementare delle “Opere pubbliche o di interesse pubblico e Opere private con altezza strutturale fuori terra superiore a 10,50 m”, è riportata nella Circolare Regione Campania n. 2483 del 24.07.2012. ( link alla circolare)

Componento Commissione sismica: ing. Girolama Rizzo - Ing. Antonio Reitano - ing. Francesco De Canio
E-mail: sismica.santamarina@gmail.com  - Telefono: 0974-989343

 

Deposito sismico 

Lo Sportello Unico dell’Edilizia del Comune di Santa Marina riceve il progetto esecutivo riguardante le strutture e procede alla verifica di completezza e regolarità della documentazione presentata.

Sono soggetti a deposito tutti i lavori di nuova costruzione e di recupero del patrimonio edilizio esistente, relativi a edifici privati, ad opere pubbliche o di pubblica utilità e altre costruzioni, comprese le varianti sostanziali ai progetti presentati, ad esclusione degli interventi soggetti ad Autorizzazione Sismica, delle varianti non sostanziali e degli interventi non rilevanti ai fini sismici.

  

 Richiesta di autorizzazione Sismica

Lo Sportello Unico dell’Edilizia del Comune di Santa Marina riceve l'istanza volta ad ottenere l'Autorizzazione Sismica e la trasmette immediatamente con tutta la documentazione alla Struttura Tecnica Competente in Materia Sismica, la quale ne verifica la regolarità e completezza.

Sono soggetti a preventiva Autorizzazione sismica:
a) gli interventi edilizi in abitati da consolidare (art. 61, DPR n. 380/2001);
b) i progetti presentati a seguito di accertamento di violazione delle norme antisismiche;
c) gli interventi su edifici di interesse strategico e infrastrutture la cui funzionalità durante gli eventi sismici è fondamentale per le finalità di protezione civile, nonchè relativi a edifici e infrastrutture rilevanti in caso di crollo, di cui all'art. 20, comma 5, del d.l. n. 248/2007 (legge n. 31/2008);
d) le sopraelevazioni degli edifici (art. 90, comma 1, DPR n. 380/2001).

 

 

Ai sensi dell'Art. 4, comma 2 della L.R. 9/1983 e s.m.i., i lavori previsti dal Titolo abilitativo di riferimento delle pratiche sismiche non possono essere iniziati fino a quando non sia stata rilasciata l'Autorizzazione Sismica o effettuato il deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture nei casi previsti dall’art. 4, commi 1 e 3, della L.R. 9/1983.

 

 I diritti di segreteria 

L’ammontare delle somme dovute, ai sensi della D.G.R. n. 316 del 28.06.2012, a titolo di rimborso forfettario delle spese per lo svolgimento delle attività istruttorie, è individuato nella seguente Tabella, con riferimento alle tipologie di intervento ivi precisate e distinguendosi tra pratiche di richiesta di Autorizzazione sismica e di Deposito dei progetti:

NOTE: 1) Il contributo non è dovuto per le denunce di lavori a integrazione di una precedente denuncia (prodotte spontaneamente o a seguito di richiesta dell’Ufficio).

2) La volumetria va calcolata con riferimento all’intera struttura portante dell’opera oggetto di lavori e va misurata al lordo degli elementi verticali e al netto degli sbalzi, partendo dallo spiccato di fondazione, fino all’estradosso della copertura.

3) Nel caso di denunce di lavori riferibili a due o più codici identificativi, il contributo va calcolato come somma dei contributi relativi a ciascun codice.

fonte: http://burc.regione.campania.it

4) Nel caso di denunce di lavori, quantificabili per volumetria, riferibili a più organismi strutturali (strutture giuntate, oppure strutture accessorie rispetto a quella principale), il contributo totale va calcolato come somma dei contributi dovuti per ciascun organismo strutturale oggetto di denuncia, in funzione del corrispondente volume.

5) Nel caso di denunce di lavori in variante sostanziale con incremento volumetrico, il contributo va calcolato come somma dei contributi dovuti per il codice F (corrispondente alla volumetria strutturale già precedentemente autorizzata/denunciata) e il codice A oppure B (per il solo incremento volumetrico).

6) Nel caso di denunce di lavori in variante non sostanziale con incremento volumetrico, il contributo va calcolato come somma dei contributi dovuti per il codice G (corrispondente alla volumetria strutturale già precedentemente autorizzata/denunciata) e il codice A oppure B (per il solo incremento volumetrico).
7) Nel caso di denunce di lavori che hanno avuto inizio in violazione dell’articolo 2 della legge regionale 7 gennaio 1983, n.9, e ss.mm.ii., (denunce di lavori in sanatoria) gli importi vanno calcolati secondo la tabella e vanno raddoppiati.
8) Nel caso di denunce di lavori finalizzati alla realizzazione di opere strutturali strettamente indispensabili al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche di costruzioni esistenti, gli importi vanno calcolati secondo la tabella e vanno ridotti del 50%. Tale disposizione non è applicabile al caso di denunce di lavori in sanatoria.
9) Nel caso di denunce di lavori in sanatoria effettuate dal collaudatore d’Ufficio in luogo del committente, il collaudatore deve effettuare il calcolo del contributo. Il competente Settore Regionale provvede a richiederne il pagamento al soggetto inottemperante.
10) Nel caso di denunce di lavori ripresentate dai committenti dopo la conclusione negativa del precedente procedimento sismico, il contributo istruttorio dovuto è ridotto del 50% qualora l’oggetto della nuova istanza coincida con quanto già precedentemente denunciato e istruito, a condizione che il committente abbia correttamente adempiuto agli obblighi contributivi in occasione del precedente procedimento.
11) I lavori individuati dal codice identificativo “E” sono relativi ad infrastrutture, non quantificabili per volumetria, “strategiche” o “rilevanti” di interesse statale o regionale e ad infrastrutture ad esse assimilabili, anche se non individuate nei piani di emergenza o in altre disposizioni per la gestione delle emergenze.

 

Modulistica

ECCO QUI LA MODULISTICA :

 

Documentazione da produrre

 

 

Ai fini del procedimento di deposito sismico e della richiesta di Autorizzazione sismica occorre presentare n. 2 copie cartacee della documentazione.

 

 

Normativa di riferimento

La normativa di riferimento è consultabile sul sito Portale Sismica della Regione Campania: 

 

 Ufficio Urbanistica ed Edilizia Privata

Via Santa Croce snc – 84070 Santa Marina (SA)
Tel./ fax 0974 - 989343
e-mail:
urbanistica.santamarina@gmail.com


Responsabile dell’Ufficio Tecnico: Arch. Giovan Battista Guastalegname

 

 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Caratteri normali Caratteri media grandezza Caratteri grandi
Statistiche sito web